Forum Psichiatrico
GL Pharma
Xagena Mappa
Xagena Newsletter

Associazione tra uso di contraccettivi orali e sintomi depressivi tra adolescenti e giovani donne


I contraccettivi orali sono stati associati a un aumentato rischio di successiva depressione clinica nelle adolescenti. Tuttavia, l'associazione dell'uso di contraccettivi orali con sintomi depressivi concomitanti rimane non ben definita.

È stata studiata l'associazione tra uso di contraccettivi orali e sintomi depressivi e si è determinato se questa associazione sia influenzata dall'età e quali sintomi specifici siano associati all'uso di contraccettivi orali.

Sono stati utilizzati dati dalla terza alla sesta ondata dello studio prospettico di coorte TRAILS ( Tracking Adolescents 'Individual Lives Survey ), condotto nel periodo 2005-2016 tra le donne di età compresa tra 16 e 25 anni che avevano compilato almeno 1 e fino a 4 valutazioni sull'uso di contraccettivi orali a 16, 19, 22 e 25 anni di età.

I sintomi depressivi sono stati valutati mediante la scala dei problemi affettivi dei giovani ( 16 anni ) orientata al DSM-IV e l’Adult Self-Report ( 19, 22 e 25 anni ).
Sono stati analizzati i dati in totale di 1.010 ragazze ( 743-903 ragazze, a seconda dell'onda; età media alla prima valutazione dell'uso di contraccettivi orali, 16.3 anni; età media alla valutazione finale dell’uso di contraccettivi orali, 25.6 anni ).

Le utilizzatrici dei contraccettivi orali differivano particolarmente dalle non-utilizzatrici all'età di 16 anni, con le non-utilizzatrici che avevano uno stato socioeconomico medio più alto ( 0.17 vs -0.15 ) ed erano più spesso vergini ( 424 su 533, 79.5%, vs 74 su 303, 24.4% ).

Sebbene tutte le utilizzatrici combinate ( età media da 16.3 a 25.6 anni ) non abbiano mostrato punteggi più alti dei sintomi depressivi rispetto alle non-utilizzatrici, le utilizzatrici adolescenti ( età media 16.5 anni ) hanno riportato punteggi più alti dei sintomi depressivi rispetto alle loro controparti non-utilizzatrici ( età media, 16.1 anni; punteggio medio, 0.40 vs 0.33 ), che sono persistiti dopo aggiustamento per età, status socioeconomico ed etnia ( coefficiente beta per l'interazione con l'età, -0.021;P=0.0096 ).

Le utilizzatrici adolescenti di contraccettivi hanno segnalato in particolare più pianto ( odds ratio, OR=1.89; P minore di 0.001 ), ipersonnia ( OR=1.68; P=0.006 ) e altri problemi alimentari ( OR=1.54; P=0.009 ) rispetto alle non-utilizzatrici.

Sebbene l'uso dei contraccettivi orali non abbia mostrato alcuna associazione con i sintomi depressivi quando sono stati combinati tutti i gruppi di età, le ragazze di 16 anni hanno riportato punteggi più alti dei sintomi depressivi durante l'utilizzo dei contraccettivi orali.

Il monitoraggio dei sintomi depressivi nelle adolescenti che usano contraccettivi orali è importante, poiché l'uso di contraccettivi orali può influire sulla loro qualità di vita e metterle a rischio di mancata aderenza all’uso. ( Xagena2020 )

de Wit AE et al, JAMA Psychiatry 2020; 77: 52-59

Psyche2020 Gyne2020



Indietro